Lucera (FG) 4 marzo 2017: La Quarantana và a Teatro


“Lucera,4/03/2017 Teatro Garibaldi

Diversi i luoghi di prvenienza.tradizioni diverse ,ma la Quarantana è ancora viva,è quella”pupazza” che è servita a misurare il tempo quando non esistevano ne calendari ne orologi, e nello stesso tempo ricordava a tutti che si stava attraversando un periodo di rigore, di digiuno,di lontananza dal peccato e da qualsiasi desiderio o tentazione. Tutto questo è stato sottolineato dai vari interventi svolti ma particolare è stato quello della nostra compaesana Grazia Croce,segretaria della Pro Loco di Panni che ha spiegato alla platea del Teatro Garibaldi di Lucera, che la nostra Quarantana rispetto alle altre ,stringe tra le mani la corona del Rosario e le sette piume che fuoriescono dalla sottoveste rappresentano i sette peccati capitali che la differenziano dagli altri centri pugliesi,come ad es. Ruvo di Puglia dove le piume rappresentano solo le settimane di quaresima e la Quarantana è la moglie di Carnevale che diventa vedova il giorno successivo al martedi grasso, cioè mercoledi delle Ceneri,e successivamente, il giorno di Pasqua, sarà bruciata al passaggio di Gesù Risorto.Tra riti,fede e tradizione la Quarantana fa rivivere ancora il suo mistero e porta tra la gente il ricordo di un tempo ormai passato,ma che fortunatamente le nuove generazioni hanno riscoperto insieme alle proprie radici ed identità.Un plauso a tutti coloro che si sono adoperati e si adoperano sempre per far riscoprire il valore del nostro perocorso di vita,elemento di riscatto per le nostre aree montane e per i nostri territori.”

From E la Quarantana va in Teatro!. Posted by Tonino Mauriello on 3/04/2017 (59 items)

Generated by Facebook Photo Fetcher 2


This entry was posted in Featured. Bookmark the permalink.

Comments are closed.